Fare giardinaggio fa bene alla salute

Dedicarsi al giardinaggio è come andare in palestra. Prendersi cura del proprio giardino o del proprio balcone, strappando erbacce, potando e rastrellando, è un esercizio pari al consumo di circa 350 calorie per le donne e 450 per gli uomini. Farlo una volta a settimana, non solo renderà più curato il vostro angolo di verde, ma aiuta a contrastate l’osteoporosi; cioè la perdita progressiva di densità ossea che a lungo andare porta a fratture. Lavorare nell’orto o in giardino, infatti, vi consente di stare al sole, soprattutto nelle belle giornate primaverili: questo aumenta la produzione della vitamina D, che a sua volta incrementa l’assorbimento del calcio.

Inoltre, facendo giardinaggio, si compiono movimenti che favoriscono il rafforzamento dei muscoli. Attività come spingere una carriola o un tosaerba, lavorare la terra con la vanga, migliorano anche il senso dell’equilibrio.

Un consiglio: affrontate per primi i lavori leggeri, evitate di sforzare solo alcuni muscoli, ma alternate attività impegnative come vangare, rastrellare e diserbare, con altre più rilassanti come ispezionare le piante alla ricerca di parassiti ed eliminare i fiori appassiti. Non inginocchiatevi sulla terra, ma su un materassino apposito (vanno bene anche quelli per la palestra). Bisogna limitare i lavori pesanti all’aperto, soprattutto se si è avanti con gli anni, sovrappeso, in condizioni fisiche non perfette o poco abituati alle alte temperature.

Evitate di lavorare in giardino nelle ore centrali della giornata: sono normalmente le più calde e inoltre sono sconsigliate sia per innaffiare, potare e pulire le piante (per queste operazioni è meglio il mattino presto), sia per applicare prodotti chimici come gli insetticidi.

Alternate i movimenti in cui dovete chinare la schiena con esercizi di stretching, proprio cone si fa in palestra.

E dopo avere fatto lavorare i muscoli, dieci minuti di rilassante camminata.

Lascia un commento